Carissimo don Amedeo

Dall’altopiano di Mbeya , all’interno della Tanzania, Africa orientale, ti giungano i miei più cordiali saluti e auguri pasquali che vorrai estendere tutta la nostra gente di Mese. Sono arrivato quaggiù pochi giorni fa in tempo per avviare proprio all’inizio della settimana santa una nuova nostra comunità missionaria al servizio dei piccoli del Vangelo, quelli che Gesù ha scelto per annunciare  e far loro toccare con mano per primi la bellezza dell’amore del Padre.

Dopo quattro mesi di studio intenso della lingua swahili i nostri due pionieri guanelliaini , padre Giancarlo, italiano e padre Maximus, nigeriano stanno già mettendosi  sui sentieri dei tanti poveri che ci circondano e ai quali la provvidenza, tramite la chiamata della Chiesa locale, ci sta inviando.

La nostra attenzione sarà anche qui in Tanzania rivolta soprattutto alle persone più fragili e vulnerabili come i malati, gli anziani più soli e soprattutto i bambini con varie forme di disabilità.

Sono con loro per due settimane prima di volare dall’altra parte del continente  nelle nostre comunità della Nigeria, dove un bel gruppo di giovani si sta preparando a diventare religiosi e sacerdoti sulle orme di quel santo prete nato tra  i nostri monti lassù a Fraciscio…. Don Guanella e ormai uno di casa anche qui in Africa.

Dall Africa vi penso e assicuro il mio ricordo nella preghiera augurando a tutti la pace e la forza del Risorto. Conto come sempre sulla vostra preghiera e amicizia. E’ bello sentirci vicini  come discepoli e testimoni dello stesso Signore! E sempre più  urgente essere insieme a seminare speranza e resurrezione in un mondo spesso ferito e marcato da tanti segni di morte !Buona Pasqua a te e a tutti.

Don luigi